Acquistati i diritti delle videolottery, parte ora la fase di collaudo

0
0
Gambling chips stacked around roulette wheel on gaming table

Iniziano finalmente i collaudi per le piattaforme di gioco delle attesissime Videolottery, proprio questa settimana in base a quanto reso noto da Agicoslotjamma, con i primi collaudi che riguarderanno le società Novomatic e Spielo, (appartenente al gruppo Lottomatica S.p.A.), che saranno perciò le prime a rendersi operative offrendo la possibilità di giocare alle Vlt.

Si prevede anche un imminente inserimento delle piattaforme di gioco all’interno delle lacation; tutte le vlt sono infatti state assegnate alle società che si erano interessate all’affare, con la quota più grossa che conta ben 11.953 videolottery, alla Gioco Legale Ltd, che ha speso per questo investimento, una rata iniziale dell’ammontare di 89,6 milioni di euro.

A seguire, ecco le altre società impegnate nella corsa alle videolottery: Lottomatica Videolot Rete che ha richiesto 10.700 vlt, spendendo 80,7 milioni di euro come prima rata, Gamanet che ne ha richieste 7.805, spendendo 58,5 milioni di euro, Cogetech che ha ottenuto 5.200 videolottery versando una prima rata da 39,2 milioni di euro circa, seguono Snai S.p.A. con 5052 vlt, per una spesa iniziale di 37,9 milioni di euro, Sisal Slot, con 4.900 vlt, ed una spesa di 36,9 milioni, Hbg Connex con 4.800 vlt ed una spesa di 36 milioni, Cirsa Italia con 2583 vlt per 19,3 milioni, ed infine Gmatica, con 2236 vlt per 16,7 milioni di euro di spesa e Codere Network, con 1359 vlt per una spesa di circa 10,2 milioni di euro.

Acquistati i diritti delle videolottery, parte ora la fase di collaudo, 4.1 out of 5 based on 19 ratings