Ancora alto il numero dei siti illegali di gioco online in Francia

0
0

Con l’inizio dei mondiali di calcio Sudafrica 2010, dell’11 giugno, il mercato francese dei giochi online e scommesse ha avuto finalmente il via libera, ed ora i primi operatori provvisti di licenza possono offrire i propri servizi ad un’ampia clientela da tutto il Paese, ma sono solo 17 le licenze concesse dall’Arjel lo scorso 8 giugno, destinate ad ancora meno operatori diversi.

Sono 11 le società di giochi e scommesse online che potranno operare nel mercato francese nel corso della FIFA World Cup 2010, e per la precisione, Fdj, Pmu, Betclic, Beturf, Bwin, Everest Gaming, France Pari, Chilipari, Sajoo, Eurosportbet e Winamax.

Secondo uno studio effettuato da Francis Merlin, resterebbe alto il numero di siti web illegali ancora operativi in Francia, sarebbero infatti oltre 2.700 i siti illegali che nonostante la forte campagna contro il gioco clandestino condotta su tutto il territorio nazionale, continuerebbero ad offrire un’alternativa concorrenziale rispetto a quella degli operatori provvisti di regolare licenza.

Il danno stimato per il mercato dei giochi a causa dei siti illegali, si aggirerebbe intorno ai 450 milioni di euro, senza contare la somma relativa al mancato incasso dell’erario, valutato intorno ai 34 milioni di euro all’anno, molti giocatori infatti, specie gli amanti di bingo o giochi di casino, continueranno con ogni probabilità, a rivolgersi a siti illegali, visto che questi giochi non sono ancora previsti dall’attuale legge.

Ancora alto il numero dei siti illegali di gioco online in Francia, 4.5 out of 5 based on 15 ratings