Aperto il dibattito sui rischi che comportano i casino online

0
0

I professori di economia John Kindt e Earl Grinols stanno approfondendo le teorie che riguardano le paure circa i pericoli che comportano i casino online, trattando poi il caso degli Stati Uniti, dove i cambiamenti nell’ordinamento giuridico sono attualmente in atto. I due stanno pubblicando tesi e sostenendo dei dibattiti per diffondere la consapevolezza dei costi sociali che il gambling online avrebbe.

Kindt afferma nell’US International Gambling Report Series che le aree che introducono il gioco d’azzardo ed i casino online, osservano da subito un aumento del crimine ed un raddoppio dei problemi direttamente collegati al gambling. Ma numerosi studi hanno dimostrato che il gambling compulsivo è il sintomo di una vera e propria malattia e che questa disfunzione non aumenta con l’aumentare dei servizi che offrono gioco d’azzardo.

Inoltre l’evidenza della situazione attuale mostra che la tesi dell’aumento del crimine è infondata. I crimini avvenuti a Bossier City sono calati del 50% dall’arrivo dei casino ben 15 anni fa. ?C?erano paure, anche da parte di molti di noi, riguardo al crimine? ha affermato il capo della polizia di Bossier City Mike Halphen, ?ma a distanza di così tanto tempo, il crimine è chiaramente calato a Bossier City?.

Grinols aveva detto in Florida che i nuovi casino avrebbero portato crimine, ma il rappresentante Joe Gibbons ha affermato che il suo distretto ha constatato che il crimine è invece calato di anno in anno dopo l’arrivo dei casino, e Grinols ha puntualizzato che ci sarebbero voluti almeno tre anni prima che si potesse notare l’aumento della criminalit?, ma ad oggi l’evidenza dei fatti non lascia dubbi.

Kindt ha anche affermato che il gambling online è come la droga, ma ignora che le ricerche condotte dall’universit? di Harvard hanno ampiamente dimostrato che non esistono rischi che il numero di giocatori compulsivi aumentino di numero con la legalizzazione ed una attenta regolamentazione del gambling, che è anzi decisamente raccomandata.

Alcuni potrebbero chiedersi se le fonti che affermano ciò siano attendibili o meno, ma quando questo tipo di approfondimenti sulla materia del gioco online sono condotti dalla Division of Addictions di Harvard e dal Responsabile del Gaming Program per il Sud Africa, come si può dubitarne?

?Grinols ha introdotto statistiche false che affermano che un teenager su quattro che gioca a giochi d’azzardo online commetterà suicidio. Kindt usa la volatilit? dei gaming stocks per affermare che rovineranno i negozi. Kindt nega che i casino creano posti di lavoro. Questi uomini si sono così tanto discreditati che forse ora i media inizieranno ad ignorarli?? si chiede l’analista dell’OCA Sherman Bradley.

Aperto il dibattito sui rischi che comportano i casino online, 4.0 out of 5 based on 13 ratings