Arrivano slot machines e videolottery nelle stazioni italiane

0
0

Non è possibile ignorare la passione degli Italiani per i giochi online e per scommesse e giochi d’azzardo in generale, così per accontentare questa forte domanda, è stata autorizzata l’introduzione di slot machines, videolottery ed altri giochi, in appositi spazi all’interno delle stazioni ferroviarie.
I dati dicono che gli Italiani spendano in media 3 euro al giorno a testa giocando d’azzardo, una cifra che arriva a toccare quindi i 90 euro al mese, e che significherà un totale di circa 52 miliardi di Euro giocati entro la fine del 2009.

La prima stazione ad accogliere i nuovi giochi è stata quella di Savona, nella quale, secondo l’accordo siglato tra Centostazioni e Lottomatica Videolot Rete, si è avuta l’apertura di una sala che permetterà ai numerosi frequentatori e viaggiatori, di intrattenersi tentando la fortuna a slot machines o videolottery, le slot di ultima generazione.

Il ministro Scajola, presente all’inaugurazione della “sala giochi” nella hall della stazione di Savona, si è espresso in modo tutt’altro che favorevole al progressivo diffondersi di giochi d’azzardo su tutto il territorio nazionale, ritenendo il gioco non educativo e potenzialmente pericoloso; Mauro Moretti, amministratore delegato di Trenitalia, preferisce invece minimizzare.

Intanto grazie alla passione degli Italiani per il gioco d’azzardo, è l’erario a trarre i maggiori vantaggi, infatti dei 3 euro al giorno spesi da ciascun Italiano per tentare la fortuna, 2 euro tornano nelle loro tasche sotto forma di vincite, ma l’Euro rimanente se lo dividono le società che operano nel settore dei giochi, e lo Stato, che dall’inizio del 2009 ha incassato circa 7,4 miliardi di Euro.

Arrivano slot machines e videolottery nelle stazioni italiane, 4.2 out of 5 based on 13 ratings