Il boom delle scommesse online e del mercato dei casino’ in linea

0
0

A norma della legge federale americana non sono legali, ma i casinò in Internet rappresentano comunque un solido investimento a Wall Street. Secondo un dettagliato articolo del New York Times le principali banche d’affari, da Goldman Sachs, a Merril Lynch e Fidelity, detengono azioni di casinò online o case di scommesse per centinaia di milioni di dollari.

Le sedi legali sono ubicate in paesi come Costa Rica o Gibilterra, ma le azioni vengono regolarmente scambiate alla Borsa di Londra.

La crescente partecipazione di investitori americani evidenzia sempre di più lo stridente contrasto tra le norme federali e la prassi di quello che ormai si configura decisamente come un giro d’affari in espansione. D’altra parte il problema è di più ampio respiro e investe le difficoltà dei controlli nell’era Internet, soprattutto se ci si riferisce a operazioni che vanno ben oltre i confini nazionali.

La situazione è allo studio dei giuristi: gli esperti sono divisi sulla possibilità che gli investitori americani e i fondi che utilizzano i titoli dei casinò on line possano essere incriminati per la partecipazione ad attività di fatto illegali. In realtà non è l’unico caso di investimenti offshore negli Stati Uniti, pertanto ai confini della legalit?.

In questo caso il dipartimento della Giustizia ha detto chiaramente che queste operazioni violano la legge statunitense. Jaclyn Lesch, portavoce del dipartimento, ha detto che il gioco d’azzardo online è illegale, ma si è poi rifiutato di dire qualcosa in particolare sulla responsabilità precisa di una società o di una persona. Nella realtà quindi il divieto non si traduce in azioni concrete, e pertanto il gioco d’azzardo on line non è di fatto perseguito, e gli americani lo sanno bene.

Le banche d’affari si limitano ad affermare che i rischi di questo tipo d’investimento sono minimi. Infatti azioni per il valore di decine di milioni di SportingBet, una società quotata alla Borsa di Londra che accetta scommesse sui principali eventi sportivi, sono detenute da Fidelity, Merril Lynch e Goldman Sachs. A fronte di rischi minimi, questi investimenti, fanno ancora notare le banche d’affari, offrono rendimenti decisamente interessanti.

Tutto vero fino a quando qualcuno non decider? però di perseguirli per legge. Nelson Rose, professore alla Whittier Law School di Costa Mesa, in California, consulente di alcune società d’investimento, afferma che esiste un 10 per cento di possibilità che il governo federale decida di perseguire chi investe in casino online. E a quel punto, dimostrare la propria estraneit? al reato diventerebbe impossibile.
La norma sicuramente è cambiata, questa si riferisce all’anno 2005, ma resta comunque curioso vedere come si è inserito il gioco on line nella società .

Il boom delle scommesse online e del mercato dei casino' in linea, 3.4 out of 5 based on 14 ratings