Casino online in Gran Bretagna, il 45% dei siti di gioco è illegale

0
0

Da quando in Italia sono stati legalizzati i giochi di casino online, e sono state aperte le porte anche al poker cash game, l’aams ha incrementato i controlli per scovare siti di gioco illegali, che nonostante siano sprovvisti della regolare licenza dell’aams, tentano di operare ugualmente nel mercato italiano del gambling online. Il lavoro svolto dall’aams consiste quindi nel trovare ed oscurare, tra l’altro con una buona dose di zelo, tutti i siti di gioco illegali.

In Gran Bretagna il problema dei casino online illegali è radicato ancor più di quanto non lo sia in Italia, ma la Gambling Commission ha, per il momento, adottato una strategia piuttosto diversa, e sta puntando molto su un’opera di sensibilizzazione dell’utenza. Nel Regno Unito, dove il gioco d’azzardo è praticamente un costume, il 45% dei siti di gioco online è ancora illegale, e far capire ai giocatori quali siano i rischi del tentare la fortuna in uno di questi siti è di fondamentale importanza.

Scommettere soldi veri nei siti di gioco online illegali può comportare un certo numero di problemi per il cliente, il quale ad esempio non ha nessuna garanzia che i propri dati personali saranno trattati nel pieno rispetto delle norme sulla privacy del Paese in cui vive, ma possono essere diffusi in modo indiscriminato, ed utilizzati per altri fini.

Per avere la certezza di gioco onesto e sicuro, in Gran Bretagna bisogna giocare solo nei casino che appartengono alla White List, eppure in base ai dati recentemente raccolti, ben 5 milioni di nuovi giocatori tentano la fortuna su internet, e la maggior parte di loro non è assolutamente consapevole di quale sia la differenza tra un un sito di gioco legale ed uno che invece non è autorizzato ad operare nel Regno Unito.

Casino online in Gran Bretagna, il 45% dei siti di gioco è illegale, 4.2 out of 5 based on 15 ratings