Cina finanzia servizi assistenziali con la Lotteria, che cresce del 25%

0
0

La filosofia adottata dal governo italiano, che ha permesso di raccogliere grazie a concorsi a premi come Win for life, oltre 600 milioni di Euro per la ricostruzione delle città dell’Abruzzo distrutte dal terremoto della scorsa primavera, viene seguita anche dalla Cina, dove giocare alla lotteria viene considerata un’azione di utilità sociale, proprio perchè una parte della cifra investita da ciascun giocatore va a formare un fondo destinato alle persone meno abbienti.

Bao Xuequan, direttore del centro di gestione delle vendite delle lotterie in Cina, ha spiegato: ?abbiamo terminato la messa a punto del nuovo gioco con le sfere bicolore già all’inizio del 2009, ed abbiamo anche arricchito i jackpot?, inoltre ha precisato che i premi in palio tendono ad aumentare ogni giorno diventando sempre più attraenti per i giocatori.

Il direttore del dipartimento per l’assistenza sociale, Wang Zhengyao, ha sottolineato che l’obiettivo principale è garantire l’aiuto alle persone in difficoltà economiche, per cui sorge la necessità di investire con decisione nelle infrastrutture e nella selezione di personale altamente qualificato, e tutto ciò viene reso possibile proprio dal gioco della lotteria che unisce l’utile al dilettevole, giocando alla lotteria infatti, le persone non solo hanno la possibilità di tentare la fortuna e magari vincere, ma rendono un servizio importante allo stato che può raggiungere con maggiore facilità gli obiettivi prefissi in tema di assistenza alle classi meno abbienti del Paese.

Secondo i dati resi noti, nel solo anno 2009, in Cina le lotterie avrebbero raccolto circa 75 miliardi di Yuan, pari a 7,5 miliardi di Euro, con una crescita del settore del 25% rispetto all’anno precedente, ed un terzo dell’incasso sarebbe stato utilizzato per assistenza ad anziani, o disabili.

Cina finanzia servizi assistenziali con la Lotteria, che cresce del 25%, 3.9 out of 5 based on 15 ratings