Come affrontare e interpretare un Coin Flip in una partita a poker

0
3

Ogni players nel gioco del poker sceglie uneunica strada da seguire, che può essere al 50% quella giusta o 50% errata. Allo stesso modo può essere interpretato il Coin Flip, letteralmente il lancio della moneta, che implica un all-in in cui gli avversari si si trovano alla pari e si avviano alla scoperta del risultato.

Esistono due modi diversi per poter interpretare e affrontare il Coin Flip: in genere chi attua un atteggiamento tipico da conservatore tenta sempre di sottrarsi ad una circostanza che include un coin flip. Addirittura si potrebbe abbandonare un progetto contenente un A-K se si è certi che l’avversario abbia una coppia alta di jack o ancor di più composta da donne.

Al contrario, i giocatori dallo stile più aggressive sono disposti ad azzardare un con flip anche in un grosso torneo per ingrandire già da subito le chips in possesso.

Non è vero pensare che bisogna imbattersi in un coin flip solo se l’avversario è meno esperto di te. Allo stesso modo, si può sconfiggere un giocatore che pensa di essere migliore di te; bisogna innanzitutto attuare diversi rilanci, mettendolo sotto pressione di modo da fargli rinunciare ad un ipotetico coin flip. La cosa migliore che potrà fare in questa situazione è passare fino a quando non sarà veramente il più forte al momento del flop.

La seconda interpretazione definisce il coin flip una circostanza da evitare, soprattutto se la maggior parte delle chips sono ormai nel piatto; o ancora non è necessario ne vantaggioso quando si ha molte più chips rispetto al tuo avversario.

Come affrontare e interpretare un Coin Flip in una partita a poker, 4.0 out of 5 based on 14 ratings