Come e quando eseguire la tattica Slowplay in una partita a Poker

0
2

Nel corso di una partita a Poker Texas hold’em ogni giocatore attua la strategia che più gli è congeniale; infatti, si può trovare il players che ha uno stile di gioco forzatamente aggressive oppure si ha la possibilità di trovare colui che attua dei bluff, al contrario ci sarà il giocatore che attua la cosiddetta strategia “Slowplay”.

Generalmente è consigliabile effettuare un slowplay quando all’interno del piatto sussistono ancora molte persone, questo dovrebbe essere eseguito nel momento in cui si ha davvero une ottima mano.

In effetti la tattica del slowplay viene in seguito ad una buona giocata, cioè: se si è certi di avere la mano migliore bisognerà aspettare prima di effettuare una puntata, per vedere se qualcune altro cercher? di puntare. L?attesa serve ad ingrandire il piatto al turn, per prepararsi un grosso profitto e poi attuare la strategia.

Effettuare uno slowplay è come fare l’opposto di bluffare, in linea pratica significa che bisognerà realizzare check o puntare pochissimo, soprattutto se si possiede una mano eccezionale. In definita l’obbiettivo di questa strategia è quello di aspettare che un vostro avversario definisca un bel progetto oppure una buona mano in modo da effettuare un call nel momento in cui l’autore dello slowplay punter? forte al river.

Come e quando eseguire la tattica Slowplay in una partita a Poker, 3.9 out of 5 based on 11 ratings