Come scommettere a backgammon, cosa sono i ricubi o raddoppi

0
0

Prima di iniziare una partita a backgammon, viene decisa la posta in gioco, se questa vi sembra troppo bassa, tenete conto che nel corso della partita, la stessa può raddoppiare un pressochè illimitato numero di volte, raggiungendo cifre ben più consistenti.

Nel backgammon infatti, ciascun giocatore al proprio turno, prima di lanciare i dadi, può, se ritiene di avere un certo vantaggio sull’avversario, chiedere il raddoppio della posta in gioco; una volta espresso questa intenzione, tocca all’avversario decidere se accettare il raddoppio oppure no, nel primo caso si continua a giocare normalmente, ma con una posta in palio raddoppiata, nel secondo invece la partita termina, ma il giocatore sconfitto perder? solo la posta iniziale.

Se il raddoppio viene accettato, il cubo, ossia la possibilità di chiedere un altro, passa al giocatore che ha appena accettato il primo raddoppio, solo lui potrà, nel corso della partita, chiedere nuovamente il raddoppio della posta in gioco, se lo farà e l’avversario accetter?, verrà effettuato un ?ricubo? in inglese ?redouble?, ed il cubo viene nuovamente trasferito nelle mani dell’altro giocatore.

In una partita di backgammon possono essere fatti anche numerosi ricubi, non c’è un limite, inoltre la somma vinta da uno dei due giocatori alla fine della partita, può raddoppiare ulteriormente se ad esempio l’avversario sconfitto non ha fatto uscire nemmeno una pedina dalla propria tavola interna, caso in cui si dice che ha subito un gammon, oppure può triplicare se questi aveva anche delle pedine ancora intrappolate nel cosiddetto ?bar?, in questo caso ha subito invece un backgammon.

Come scommettere a backgammon, cosa sono i ricubi o raddoppi, 4.5 out of 5 based on 15 ratings