Compagnie di gioco online si muovono per aiutare Haiti

0
1

Il gambling online avrebbe potuto salvare Haiti? E’ questa la provocatoria domanda che l’osservatore di un casino online che rester? anonimo, pone ora, di fronte alle condizioni in cui versa il Paese in seguito al disastroso terremoto che ha colpito l’isola tropicale.

Molti Stati stanno prendendo molto seriamente in considerazione la possibilità di aprire le porte al gioco d’azzardo online, e come è facile intuire, ciò che li spinge non è certo il desiderio di soddisfare la speranze di appassionati di gioco ed operatori, quanto la certezza di poter raccogliere ingenti somme di denaro attraverso la relativa tassazione; e mentre alcuni Paesi rimpiangono di non aver colto prima questa opportunit?, altri cercando di salvare il salvabile e si muovono con decisione verso la legalizzazione del gioco online.

E per quanto riguarda Haiti? Altri Paesi tropicali come Antigua e Barbados hanno preso la strada del gioco online tempo addietro, circa 10 anni fa, e questo ha fatto molto bene alle loro economie, secondo alcune fonti, se Haiti avesse fatto altrettanto, il Paese sarebbe ora almeno 10 volte più ricco, e sarebbe stato probabilmente in una posizione migliore per affrontare un terremoto di quelle proporzioni.

Ma la realtà è che non esistevano le basi per far s? che si sviluppasse l’industria del gambling online, le infrastrutture tecnologiche non erano all’altezza e nel Paese vi erano ben altre priorit?; ?ora come ora il gioco online può ancora fare qualcosa per Haiti è spiega Calvin Ayre, fondatore di Bodog casino online è contribuendo all’invio di fondi attraverso la collaborazione di compagnie di gambling online?.

Compagnie di gioco online si muovono per aiutare Haiti, 3.9 out of 5 based on 12 ratings