Crisi in Grecia, calo degli incassi anche per l’operatore di gioco OPAP

0
0

Nel primo trimestre del 2010, si è avuto un consistente calo del volume d’affari per l’operatore statale greco di giochi a premi, che ha raccolto il 5,2% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; in buona parte l’insuccesso sembra essere dovuto ad un calo di interesse soprattutto nei confronti di giochi come il Keno ed il Poker, il primo ha perso infatti l’11,2%, mentre il secondo addirittura il 29%.

E’ anche necessario prendere atto di un calo, sebbene di proporzioni inferiori, riguardante tutti i giochi, ad eccezione del lotto, che è cresciuto nell’ultimo periodo del 35%, e dei giochi a base sportiva, in crescita del 6%; i profitti del primo trimestre 2010 sono in discesa del 15,3%, ed ammontano a 290 milioni di euro.

Il CEO di Opap, Ioannis Spanoudakis, ha spiegato che questo andamento non è una sorpresa per la società, e che per quanto riguarda il resto dell’anno, si punter? moltissimo sul rinnovamento dei prodotti e sull’aumento della loro qualità attraverso il taglio dei costi a favore di una maggiore efficienza.

Si investir? anche sull’online, se il governo greco lo permetterà, inoltre, considerata la gravit? della crisi economica che la Grecia sta attraversando, anche l’OPAP, come tutte le più grosse aziende del Paese, sarà tenuta a versare in tasse un 10% sugli utili del 2010, 2011 e 2012, ma non è tutto, sono previste nuove tasse anche sulle vincite, del 15% per quelle di ammontare superiore ai 1.000€.

Crisi in Grecia, calo degli incassi anche per l'operatore di gioco OPAP, 4.3 out of 5 based on 16 ratings