Donald Trump contro il divieto di fumo nei casino’

0
0

Il pezzo grosso dei Casino’ vuole fare causa ad Atlantic City. In seguito all’introduzione di un divieto di fumo parziale l’anno scorso, Atlantic City sta pianificando di far passare ad Ottobre un divieto piu’ ampio, eliminando completamente la possibilita’ di fumare nelle aree dei casino’.

Donald Trump e’ proprietario di tre dei maggiori casino’ di Atlantic City, il Taj Mahal, il Trump Plaza ed il Trump Marina, tutti membri della Casino Association of New Jersey. Nonostante lo stesso Donald Trump non fumi e che sia perfino apparso in campagne anti- fumo, e’ inflessibilmente contrario al divieto di fumo nei casino’ di Atlantic City, dal momento che probabilmente verrebbe a danneggiarlo nel suo punto piu’ delicato le sue tasche.

Allarmato per questo divieto di fumo nelle aree dei casino’ che fara’ passare la voglia di giocare agli scommettitori ed inoltre diminuira’ le entrate, Trump sta facendo appello ai proprietari dei casino’ per opporsi al divieto ed avviare un’azione legale contro il governo locale, per averli messi in svantaggio concorrenziale.

Atlantic City e’ la seconda localita’ piu’ popolare degli Stati Uniti in gioco d’azzardo, preceduta da Las Vegas. Con i suoi 11 casino’ ed una solida storia nel campo del gioco d’azzardo, la capitale delle scommesse del New Jersey e’ una popolare meta per turisti, uomini d’affari e scommettitori hardcore.

L’anno scorso un divieto di fumo parziale e’ stato introdotto, obbligando i casino’ a creare delle zone fumatori e limitando i fumatori al 25% dell’area dei casino’. La nuova legge confinera’ i fumatori in designate sale fumatori, lontani dall’area del casino’, nel quale sara’ totalmente proibito fumare.

Il ragionamento di Trump e’ che un’alta percentuale di scommettitori nei casino’ sono fumatori e questa sentenza allontanera’ i giocatori, che andranno a giocare in luoghi piu’ clementi nei loro confronti. Perfino coloro che vivono nelle vicinanze di Atlantic City trascorreranno meno tempo scommettendo e spenderanno meno denaro, dal momento che dovranno prendersi pause sigaretta nelle sale fumatori, perdendo del tempo prezioso per giocare. Trump sostiene che nell’ultimo anno il declino del 5,7% e’ in parte dovuto alle restrizioni sul fumo e teme che le entrate precipiteranno dopo che il nuovo progetto di legge sul fumo passera’.

Non tutti sono contrari al divieto sul fumo. Un vasto gruppo di lavoratori dei casino’ ha avviato una campagna anti-fumo, battendosi per i loro diritti di poter lavorare in un ambiente pulito e salutare, e per l’eliminazione di “condizioni nocive”. Dopo che il divieto e’ stato applicato in bar e ristoranti in America e in gran parte dell’Europa, era ovvio che i casino’ sarebbero stati il passo successivo e che i croupiers, dealers e tutti i lavoratori dei casino’ avrebbero preteso il medesimo trattamento. Se approvato, il nuovo progetto di legge verra’ messo in atto dal 15 Ottobre 2008.

Donald Trump contro il divieto di fumo nei casino', 4.2 out of 5 based on 20 ratings