Ecco il sistema usato per vincere il jackpot del superenalotto

0
6

E’ nato a Colico, un paesino di soli 5mila abitanti in provincia di Lecco, il sistema che ha permesso a settanta giocatori di spartirsi il jackpot più ricco mai generato dal concorso a premi più popolare d’Italia, che per l’estrazione del 30 ottobre aveva raggiunto la somma di 177,8 milioni di euro.

Tutto ha avuto inizio il 25 settembre, quando il jackpot aveva ormai raggiunto una somma decisamente alta, affiancandosi a quello che fino ad allora era il jackpot più ricco mai messo in palio con il Superenalotto; allora Lorenzo Betti, titolare dell’omonima ricevitoria, compiva i suoi 45 anni di matrimonio, ed è stato in quella occasione che ha avuto la grande idea di tentare la creazione di un sistema che permettesse di agguantare il montepremi più ricco mai messo in palio in Italia.

Per produrre il suo sistema il signor Betti ha iniziato ad inserire una serie di numeri risultati da un’analisi delle sestine vincenti delle ultime 200 estrazioni del superenalotto, poi ha cominciato con i numeri legati a date importanti della sua vita privata, come date di nascita e anniversari di moglie, genitori, suoceri, addirittura l’et? di un gatto siamese al quale era molto affezionato.

Tuttavia il sistema non era ancora pronto, perchè mancava ancora un numero, ma a quel punto il caso ha voluto che in ricevitoria entrasse una giovane ragazza intenta a fare la sua giocata, la quale al Betti ha detto: ?perchè nel sistema non ci metti anche il numero 55? Sono gli anni di mia madre?, lui accetta il consiglio e completa la sua creatura; le quote sono 70, ma lui ne trattiene 5 per s?, le altre 65 le mette a disposizione delle ricevitorie di tutta Italia, quanto al resto sappiamo bene com?? andata a finire.

Ecco il sistema usato per vincere il jackpot del superenalotto, 4.1 out of 5 based on 14 ratings