I casino di Las Vegas studiano nuove strategie per risalire la china

0
1

La crisi dei casino terrestri non è più una novità, così come è ben noto il successo del mercato dei casino online, che continua ad espandersi, raccogliendo clienti un po’ in tutte le zone del pianeta.

I casino terrestri invece, ed in questo caso quelli di Las Vegas, sono costretti a ricorrere a nuovi stratagemmi per poter attirare i giocatori, che si stanno progressivamente spostando verso le più comode e convenienti sale da gioco virtuali; dopo aver registrato un calo dei guadagni del 91%, rispetto all’annata appena trascorsa, la Wynn resorts Ltd ha deciso di correre ai ripari; situazione simile anche per il Vegas Sands Group, che ha visto svanire nel nulla 176 milioni di dollari di guadagno.

Non è difficile trovare una spiegazione ad un simile calo degli affari di queste importanti società di casinò, prima di tutto c’è da considerare la portata della crisi, che ovviamente riduce le possibilità economiche dei giocatori, che in molti si vedono costretti a rinunciare ai casino di Las Vegas, in modo particolare pare sia calata l’affluenza dei clienti provenienti dal Regno Unito.

Con la diminuzione dei turisti, i casino di Las Vegas non possono far altro che rendere più conveniente possibile l’ingresso nelle sale da gioco e nei vari alberghi, prezzi più bassi dunque per l’alloggio, introduzione di modalità di pagamento più flessibili, come la possibilità di pagare a rate, e l’opzione ?mangia più che puoi? per la quale alcune strutture ricettive permettono di optare, inoltre, a Las Vegas, per far fronte alla crisi dei casino del posto, anche gli spettacoli più importanti diventano accessibili a prezzi ridotti.

I casino di Las Vegas studiano nuove strategie per risalire la china, 4.3 out of 5 based on 15 ratings