I gruppi di gioco francesi chiedono un bando per i casino stranieri

0
1

Questa settimana i gruppi leader del mercato dei casino in Francia, Barri?re, Tranchant e Joagroupe, hanno esposto al Tribunale di Parigi le proprie argomentazioni, cercando di ottenere una regolarizzazione della posizione di casino online esteri che operano sul territorio francese, attraverso la concessione di una licenza biennale.

Il problema è sorto già nel Settembre del 2009, quando alcuni operatori di casinò hanno citato in giudizio ben 14 casino online stranieri, considerati illegali perchè sprovvisti della regolare licenza per operare nel mercato francese.

Un caso simile si è verificato in Portogallo, con la compagnia di gioco online Bwin, che in seguito alla decisione della Corte di Giustizia Europea, ha ricevuto il veto ad operare in altri Paesi, sebbene gli stessi appartengano all’Unione Europea; per questa ragione in Francia ci si aspetta una risoluzione favorevole ai gruppi Barri?re, Tranchant e Joagroupe, che si mostrano fiduciosi.

Non la pensano allo stesso modo gli operatori di gioco online in causa, che sono convinti di avere il pieno diritto di offrire i propri servizi anche nel mercato di altri Paesi europei, proprio in virt? del principio del libero commercio e libero scambio stabilito dalla Commissione Europea, e ritengono che la Francia non abbia l’autorità per impedire un’attività tutelata dai suddetti principi.

I gruppi di gioco francesi chiedono un bando per i casino stranieri, 4.2 out of 5 based on 10 ratings