I monopoli di stato avvisano: nei locali una slot su quattro è truccata

0
2

Quando un giocatore che si trova in un qualsiasi locale italiano, decide di sedersi a giocare ad una slot machine, o ad una macchinetta di videopoker, nel 23% dei casi, si troverà a giocare ad una macchinetta alterata, e nel 10% circa, avrà la sfortuna di aver scelto un apparecchio completamente illegale.

Questo è quanto emerso da un’indagine svolta dai Monopoli di Stato, che hanno preso in analisi circa 11.000 locali pubblici proponenti giochi telematici di intrattenimento, e dopo aver esaminato circa 43.806 apparecchi, la stragrande maggioranza dei quali elargenti vincite in denaro, ha preso atto della relativamente alta percentuale di giochi truccati, circa 1 su 4 del totale degli apparecchi controllati è risultato non a norma, intenzionalmente alterato sebbene inizialmente provvisto del nulla osta, o del tutto illegale.

Alberto Giorgetti, Sottosegretario all’Economia, con delega ai giochi, ha preso atto del dato ed ha ribadito l’importanza di controlli più attenti da parte degli organi preposti, nell’intenzione di sradicare completamente il mercato nero e le irregolarità in questo ormai importante settore, che produce un fatturato di circa 24 milioni di Euro annui.

Le operazioni di controllo dovrebbero concentrarsi secondo il Sottosegretario Giorgetti, in modo particolare in alcune regioni d’Italia, dove le irregolarità si sono dimostrate più frequenti, anche se la presunta esistenza di un mercato illegale di proporzioni pari a quelle del mercato regolare, non ha trovato conferma in seguito ai controlli effettuati.

I monopoli di stato avvisano: nei locali una slot su quattro è truccata, 4.3 out of 5 based on 15 ratings