Il congresso americano si dice pronto a rovesciare l’UIGEA

0
0

Barney Frank, presidente della Commissione House Financial Services, sta pensando di introdurre la sua proposta per rovesciare l’Unlawful Internet Gambling Enforcement Act questo mese stesso, ma non ricorrera’ ai sotterfugi adottati dai fondatori dell’UIGEA.
Nel 2006 l’UIGEA fu introdotto in una sessione del 109esimo congresso e inserito nella nuova proposta sulla sicurezza Safe Ports. The Hill, giornale di Washington, riporta che Frank intende introdurre la sua proposta di legge in modo diverso, senza integrarla nella legislazione cosiddetta ?must-pass?; questo significherebbe che sarà molto più difficile emergere dal congresso, per questo provvedimento.
Frank ha detto al The Hill che lui non emuler? la tattica utilizzata dai Repubblicani per far passare l’UIGEA, e che riterrebbe inappropriato seguire l’esempio Repubblicano. ?Questa non è mia intenzione, sarebbe semplicemente un errore? ha dichiarato Frank al The Hill, ?Voglio fare questo con ascolti, discussioni e voti.?.
Frank ha introdotto la proposta per la prima volta al Congresso nell’Aprile del 2007, ma il risultato non fu sufficientemente positivo ed il tentativo non port? alcun cambiamento. La proposta di Frank sarebbe volta a rimuovere il ban sul gambling online, cosa che i Repubblicani sono riusciti ad istituire a fatica dopo aver trovato l’appoggio del gruppo dei Cristiani conservatori.

Osservando i risultati di uno studio della PrcewaterhouseCoopers, scopriamo che tassando il mercato del gambling online si riuscirebbe a produrre uneentrata per le casse dello stato di 51,9 billioni di dollari per i prossimi 10 anni.
In un periodo in cui molti stati stanno cercando di aumentare le entrate del fisco espandendo le licenze per il gambling terrestre, la Professional Sports League inclusa la NFL, si sono unite a gruppi religiosi per contrastare gli sforzi per regolarizzare il gambling online.
?Noi appoggiamo una proposta a se stante, che consentir? attraverso una discussione costruttiva di tutte le sue parti, la regolamentazione e la protezione del consumatore? ha affermato Jeffrey Sandman, un deputato che sostiene la proposta di Frank, ed ha aggiunto che questa creerebbe i presupposti per una protezione efficace degli utenti Americani, includendo anche la salvaguardia dal gambling compulsivo che ora come ora non esiste affatto.
Anche alcuni dei Repubblicani che avevano appoggiato il ban per il gambling online nel 2006, hanno affermato che Frank sta prendendo la giusta strada per risolvere la questione.
?Non penso che i Repubblicani lo avrebbero fatto. Se non fossimo stati così coraggiosi e non lo avessimo proposto come un progetto unico, probabilmente avremmo vinto?. Ha affermato Jim Backlin, vicepresidente degli affari legislativi per la Coalizione Cristiani d?America.

Backlin ha anche affermato che la sua coalizione e altri gruppi faranno dure pressioni politiche contro la proposta di Frank appena verrà presentata al Congresso. Ha espresso in confidenza che la proposta di Frank verrà bocciata nonostante il controllo del Congresso da parte dei Democratici, perchè, ha osservato, dozzine di Democratici rappresentano distretti dove il vecchio Presidente degli Stati Uniti G.W.Bush ha vinto sia nelle elezioni del 2000, che nel 2004.
?E’ una buona fetta su cui lavorare, e probabilmente otterremo più dei Repubblicani, che si stanno avvicinando a 218, che è esattamente quanto serve a noi per batterli? ha affermato Backlin.

Il congresso americano si dice pronto a rovesciare l'UIGEA, 3.5 out of 5 based on 11 ratings