Il governo greco punta alla privatizzazione delle sale da gioco

0
1

Il mercato del gioco d’azzardo si sa, è ormai visto come una delle migliori fonti di guadagno per molti Paesi d’Europa, dove per garantire maggiori entrate nelle casse dello stato, si punta ora alla liberalizzazione del mercato dei giochi online, ed alla conseguente tassazione dello stesso, nell’auspicio che i maggiori operatori vi investano.

Il settore del gioco d’azzardo sembra essere diventato quanto mai una risorsa anche per il governo greco, che come ben noto, è impegnato da giorni nel superare la crisi economica che ha travolto il Paese in queste ultime settimane.

Si parla infatti di una manovra nei programmi del governo, che prevedrebbe un piano di privatizzazioni per un valore totale di 3 miliardi di euro; un progetto di proporzioni adeguate alla crisi che la Grecia sta affrontando, ma secondo quanto reso noto dai vertici del governo, il ministro delle finanze Giorgio Papaconstantinou avrebbe intenzione di mantenere una presenza chiave dello stato nei comparti cosiddetti ?vitali?.

L’obiettivo del governo sarebbe quello di migliorare le finanze e valorizzare al tempo stesso le proprietà pubbliche, per ottenere questo risultato, parte del piano del governo prevedrebbe la totale privatizzazione delle sale da gioco esistenti nel Paese, mentre sarebbe stata smentita da fonti attendibili, la notizia della possibile vendita della quota Opap attualmente nelle mani dello stato.

Il governo greco punta alla privatizzazione delle sale da gioco, 4.2 out of 5 based on 16 ratings