Il governo romeno progetta l’apertura ai giochi di casino online

0
1

Abbiamo già visto i progressi che si stanno compiendo nel mercato del gioco online francese, nel quale sono sempre più numerosi gli operatori ai quali l’ARJEL concede la regolare licenza per operare nel settore giochi e scommesse; ma negli altri Paesi d’Europa spesso la strada da fare è ancora molto lunga.

In Romania ad esempio, la legge vieta proprio alle società romene di offrire servizi di gioco online, mentre gli operatori stranieri possono tranquillamente proporre i propri giochi telematici; ed è per questo motivo che il Ministero delle Finanze sta prendendo in considerazione la possibilità di regolamentare ed autorizzare il gioco online attraverso la creazione di nuove società.

Gli interessi in gioco non sono certo di poco conto, basti pensare che le raccolta del settore scommesse sportive in Romania ha toccato la cifra di 500 milioni di euro nel solo anno 2009, ed il Segretario di Stato al Ministero delle Finanze, Bogdan Dragoi ritiene che nelle casse dello stato potrebbero entrare circa 130 milioni di euro.

Una parte delle aspettative riguarda anche i giochi di casino online, che secondo le stime potrebbero contribuire in maniera importante a risollevare il deficit cui deve far fronte il governo romeno, garantendo introiti non indifferenti, grazie ad un settore ancora adesso in perfetta forma che lo stato non può più permettersi il lusso di ignorare.

Il governo romeno progetta l'apertura ai giochi di casino online, 4.3 out of 5 based on 11 ratings