Il mercato delle scommesse sportive sempre più forte in Italia

0
0
From left, students Carl Smith, Karl Kim and Dana Trantham work the craps table while student Ashley Fletcher observes during class at the Casino Dealer School in Glen Burnie, Md., on February 28, 2013. Illustrates CASINO (category a), by J. Freedom du Lac, (c) 2013, The Washington Post. Moved Saturday, April 6, 2013. (MUST CREDIT: Washington Post photo by Bonnie Jo Mount)

Sembrano decisamente passati i tempi in cui si andava in ricevitoria per giocare la schedina del Totocalcio, e si sognava di realizzare il fatidico 13, adesso è passata in disuso anche la stessa espressione ?hai fatto 13?, e si è tutti proiettati verso il mondo delle scommesse sportive, mercato che in Italia coinvolge un abitante su due, e fa degli Italiani i quinti scommettitori al mondo.

Secondo i dati di Agicos infatti, sarebbero circa 30 milioni gli Italiani che tentano regolarmente la fortuna, e nel 2010 la raccolta complessiva potrebbe raggiungere i 70 miliardi di euro, contro i 54,4 miliardi registrati nel 2009.

Il mercato del gioco occupa ora il terzo posto tra i più importanti settori produttivi in Italia, posizionandosi dopo quello dell’energia e quello della telefonia, pertanto produce una considerevole fonte di guadagno per lo stato stesso, che incassa una contribuzione netta di 9 miliardi di euro all’anno.

In questi ultimi due anni è esploso il mercato delle scommesse sportive, si legge sul giornale francese Le Monde, con un settore in crescita del 150% rispetto all’anno precedente, ma che lascia invariata la posizione di rilievo occupata dal gioco del poker, che resta quello preferito dagli Italiani con 1,3 milioni di appassionati.
Intanto, secondo il direttore dell’AAMS, Raffaele Ferrara, la liberalizzazione avrebbe sortito i suoi effetti positivi, facendo emergere le scommesse clandestine, portandole poi alla legalit

Il mercato delle scommesse sportive sempre più forte in Italia, 4.4 out of 5 based on 17 ratings