Il Sudafrica verso il blocco dei siti di gioco online attraverso gli ISP

0
1

In questi giorni si è potuto constatare che il governo del Sudafrica sta prendendo una strada che non sembra affatto diretta verso la legalizzazione del gambling online, esattamente come già in precedenza fatto da altri Paesi a partire dagli Stati Uniti che con l’UIGEA hanno tentato di limitare forzatamente gli accessi ai siti di gioco da parte dei cittadini americani.

In Sud Africa stanno per essere modificate alcune leggi che renderanno quindi illegale il gambling online, e per far s? che la legge venga rispettata, è già stato annunciato che qualsiasi compagnia che favorisca in qualche modo questo mercato, verrà multata con sanzioni fino a R10 milioni, pari a circa 1 milione di euro.

A collaborare per garantire il rispetto delle leggi ed il bando del gambling online, dovranno essere prima di tutto gli Internet Service Providers, i quali dovranno provvedere ad impedire l’accesso alla rete da parte dei siti di gioco online.

Dal canto loro però, gli ISP si sono resi conto che mantenere uno stato di allerta e di costante controllo come quello richiesto dal governo sudafricano, necessiterebbe di spese eccessive in nuove infrastrutture, tuttavia la decisione dell’Alta Corte datata agosto 2010 stabilisce in modo chiaro che saranno considerate operazioni illegali tutte le azioni che favoriranno in qualche modo il mercato del gioco online, come le stesse transazioni di denaro consentite da istituti di credito, o le attività degli ISP nel caso in cui questi non provvedano a bloccare i siti di gioco.

Il Sudafrica verso il blocco dei siti di gioco online attraverso gli ISP, 4.2 out of 5 based on 12 ratings