L’importanza del Coin Flip per un giocatore di Poker Texas Hold’em

0
0

Per un giocatore che affronta una partita di poker è essenziale conoscere l’importanza del Coin Flip, letteralmente vuol dire lancio della moneta poichè implica il 50% di probabilità di vittoria; allo stesso modo il Coin Flip del poker è caratterizzato dal fatto che sia le proprie carte così come dell’avversario hanno il 50% di possibilità di concludere il progetto in modo positivo.

Il poker è fatto di decisioni e di rischi, sta al giocatore scegliere in questo caso quanto conviene rischiare con un Coin Flip. Ovviamente nel corso della fase iniziale di un torneo non converrà mai giocare il proprio stack; al contrario, quando i bui sono estremamente alti e si è corti bisogna rischiare un po’ di più, cercando di recuperare e di aumentare le proprie chips.

In generale i professionisti del poker evitano di imbattersi in coin flip, ma se si gioca contro ad un avversario che è considerato imbattibile,allora si può decidere di attuare una strategia che implica un coin flip. Infatti, se si è convinti che l’avversario possa padroneggiare dopo il flop, investire nel Coin Flip è una tattica da realizzare.

Nel dettaglio, immaginiamo due giocatori in preflop, il primo va all-in e l’altro decide di vedere, si accorgono di essere incappati in un Coin Flip, quelli più famosi sono costituiti dalle seguenti carte: un AK vs 99 oppure AQ vs 77 o ancora un KQ vs 22; il primo infatti con AK ha il 45% di possibilità di vincere contro 99, quasi Coin Flip perfetto.

Non è considerato Coin Flip un AK vs KK o un Q10 vs 10-10 o ancora un KJ vs JJ, poichè è evidente che il player che possiede la coppia ha molte più probabilità di vincere.

L'importanza del Coin Flip per un giocatore di Poker Texas Hold'em, 4.4 out of 5 based on 13 ratings