In Israele la polizia impedisce lo svolgimento di un torneo di poker

0
1

Secondo quanto riportato sul giornale Israeliano Haaretz, l’Associazione di Poker d?Israele ha incontrato l’opposizione della polizia contro la proposta di svolgere un torneo di poker texas hold’em verso la fine di Giugno.

Almeno in apparenza l’obiezione della polizia è basata sulla comune convinzione che il poker sia un gioco proibito in quanto attrae elementi criminali che sfruttano i giochi d’azzardo per arricchirsi. Ma dall’altra parte l’Associazione di Poker Israeliana pensa che tutto ciò non risponda nemmeno lontanamente alla realtà, pertanto interpreta diversamente la legge e ritiene il poker legale, anche perchè non si tratta di un gioco di sola fortuna, anzi l’abilità e l’esperienza giocano un ruolo decisamente predominante.

L?IPA ha quindi deciso di presentare una petizione all’Alta Corte di Giustizia per ottenere il permesso di svolgere il torneo programmato per la fine del mese.

La risposta non tarda ad arrivare, e questa settimana l’ufficio del Procuratore di Stato d?Israele afferma che il poker è un gioco illegale in base a quanto scritto nel codice penale. Dal momento che comporta l’utilizzo di grosse somme di denaro, secondo quanto affermato da un rappresentante dello Stato, rischia di causare dispute tra i giocatori che talvolta potrebbero degenerare in gravi atti di violenza.

In Israele la polizia impedisce lo svolgimento di un torneo di poker, 4.0 out of 5 based on 13 ratings