In Svizzera vietati al di fuori dei casino, i tornei di poker dal vivo

0
0

In Svizzera la Commissione Federale delle Case da Gioco (CFCG), ha stabilito nel 2007, che l’organizzazione di tornei di poker sarebbe stata permessa anche al di fuori delle case da gioco stesse, dal momento che il poker veniva considerato a tutti gli effetti un gioco di abilità.

Il 20 maggio 2010 però, il Tribunale Federale ha introdotto una norma che stabilisce che i tornei di poker Texas Hold’em sono da considerarsi gioco d’azzardo, e che in virt? di ciò non possono svolgersi al di fuori delle case da gioco svizzere.
In Svizzera infatti, qualsiasi attività di gioco d’azzardo è permessa solo all’interno dei locali dei casino, e la legislazione ha stabilito che sia la Commissione Federale a stabilire se un gioco sia d’azzardo o di abilità.

Per consentire lo svolgimento dei tornei di poker texas hold’em quindi, era sufficiente che il singolo cantone nel quale lo stesso si sarebbe tenuto, desse il via libera; da qualche giorno invece, organizzare tornei di poker texas hold’em è consentito solo all’interno delle sale da gioco, ossia nei locali adibiti al gioco d’azzardo.

Il Tribunale Federale Amministrativo ha agito con l’obiettivo di uniformare la legislazione sul gioco d’azzardo, che prima dipendeva dalle decisioni di ciascuno dei 26 cantoni, senza contare che secondo il parere del TAF, la CFCG con il suo modo di operare, stava favorendo l’allargamento del mercato in modo incontrollato, con la conseguente incitazione a giocare fuori dal quadro di competenza del diritto federale.
Alla fine il risultato ottenuto dal Tribunale Federale è stato quello di vietare in Svizzera l’organizzazione di tornei di poker texas hold’em al di fuori dei casino.

In Svizzera vietati al di fuori dei casino, i tornei di poker dal vivo, 4.3 out of 5 based on 17 ratings