L’Italia propone nuove leggi per legalizzare il gambling online

0
1

Il governo italiano sta preparando un disegno di legge per liberalizzare il settore del gambling online, in modo particolare estendendo le licenze anche ai poker online che offrono il cash game, giochi di casino, e scommesse su eventi virtuali.

L’obiettivo da raggiungere, come rivelato da Francesco Rodano dell’AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli si Stato) è quello di sottoporre le leggi proposte all’approvazione della Commissione Europea entro i prossimi mesi, nella speranza di avere le leggi in vigore per la fine del 2009. Mentre attualmente in Italia sono autorizzati solo i tornei di poker online e scommesse sportive con limiti stabiliti per legge.

Rodano ha suggerito di fissare il livello di tassazione per i nuovi giochi online al 20%, più alto dell’attuale 4,5% delle scommesse sportive e del 3% per quanto riguarda i tornei di poker ed i cosiddetti skill games.

Rodano ha spiegato la sua posizione affermando che ?nei tornei di poker online possiamo prendere il 3% del reddito lordo del gioco, ma questo non funzionerebbe con il cash game, dove l’operatore prende un rake per ogni puntata, dovremo perciò prelevare le tasse dal rake dell’operatore, questo consentir? loro di fissare il rake ad un livello adeguato.?

Il mercato del gioco d’azzardo online in Italia è attualmente ristretto ai network interni, ma la ricerca di una maggiore liquidit? da parte dei giocatori ha spinto gli operatori ad incitare il governo ad aprire il sistema agli operatori internazionali.