La consoluta anti-usura chiede di rivedere le norme sul gioco

Con la grande crisi, entrata nel mercato internazionale nei primi anni del duemila, sempre più frequenti sono i sistemi economici illegali. Primo su tutti sicuramente è l'usura. Si intende per usura qualsiasi tipo di prestito di denaro, con tassi di interesse, considerati illegali. Questo tipo di "canale" illegale, è quello maggiormente utilizzato da persone economicamente svantaggiate, che non posso chiedere prestiti tramite canali ufficiali.

0
4

Caratteristiche

Chi si trova in una condizione economica precaria, sicuramente è un soggetto debole, che facilmente può cadere nella trappola dell’usura. Quasi sempre infatti, si vive una situazione di sovra-indebitamento e di conseguenza nella impossibilità di chiedere prestiti a banche o altri canali ufficiali. Questo perché le banche, chiaramente, conoscono la storia del cliente e di tutte le loro eventuali difficoltà.

È a questo punto che entra in gioco l’usura. Tali persone o aziende, infatti, nel momento in cui la difficoltà è tale da poter essere risolta, solo attraverso un nuovo indebitamento, si trovano quasi “costretti” a rivolgersi a canali non ufficiali. La somma di danaro, fornita illegalmente, viene procurata dall’usuraio (in gergo “strozzino”). L’usuraio presta, quindi, danaro illegalmente con interessi più o meno alti direttamente alla vittima di usura. Quasi sempre, lo strozzino, guadagna illegalmente i soldi che presta a terzi, tramite riciclaggio, attività mafiosa ecc. Ci sono anche casi in cui, però, l’usuraio possegga legalmente ingenti somme di danaro, che decide poi di “investire”, in questa attività illegale così da guadagnare tramite l’interesse.

Legislazione

A livello internazionale c’è una normativa che detta un tetto massimo di interesse, che sancisce il passaggio dal prestito all’usura. Quasi tutti i paesi si muovo sulla stessa percentuale, che di tanto in tanto vengono aggiornati e adattati alla situazione. Li dove la vittima sia sottoposta a ritorsioni e violenze, ha diritto a non restituire la somma.
In Italia, la legge n. 108/1996, ha sancito la svolta per la lotta contro l’usura. Aumenta le pene per gli usurai, e da maggiore garanzie alle vittime di questi reati. Inoltre il limite massimo di tasso di interesse, affinché si parli di usura, dovrà essere valutato dal giudice.

Prevenzione

La miglior arma di prevenzione, contro il fenomeno dell’usura come sempre è l’educazione.
Prevenire il rischio di usura, infatti, non è di semplice. Bisogna educare le nuove generazioni ad un utilizzo responsabile del denaro, ma non solo. Saper gestire le finanze, valutare le proprie condizioni, prima di fare un passo importante e sopratutto educare alla legalità. Bisogna che le nuove generazioni, ma anche quelle vecchie, comprendano che affidarsi a canali alternativi e illegali, sia sempre la scelta peggiore. E’ per questo che lo stato, ha posto in essere una squadra che si occupi delle azioni antiracket e antiusura, per aiutare le vittime ad uscire da questo tunnel.
Inoltre troviamo moltissimi fondi antiusura, che si occupano di sanare i debiti creati, in modi alternativi.
Salvare la propria azienda, la propria situazione economica, si può, basta affidarsi alle mani giuste, non a quelle di uno strozzino!