La crisi del mercato del gambling colpisce anche Atlantic City

0
1

Si è parlato in altre occasioni del non eccellente andamento del mercato dei casino della patria del gioco d’azzardo, Las Vegas, dove negli ultimi mesi è diminuito il numero di visitatori, ed al tempo stesso anche la spesa media all’interno delle sale da gioco, con giocatori sempre più timidi nello scommettere.

In realtà la situazione di Las Vegas non è molto diversa da quella di Atlantic City, l’altra grande città ricca di casino, dove secondo quanto riportato dalla Associated Press, il mercato del gioco d’azzardo ha subito nell’ultimo periodo una brutta battuta d’arresto.

Le più recenti statistiche della NJ Casino Control Commission hanno mostrato che i casino di Atlantic City hanno vissuto un forte calo degli incassi durante il mese di settembre, tutte e 11 le sale da gioco hanno infatti registrato una raccolta in calo, da un minimo dello 0,4%, come nel caso del Trump Taj Mahal, fino a quasi 21 punti percentuali in meno rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, come avvenuto al Resorts Atlantic City.

Il calo più forte lo hanno registrato i giochi da tavolo, con un -15,6%, ma alle slot machines non è andata molto meglio, visto il calo delle giocate del 9,9%; complessivamente nel settembre del 2009 gli incassi dei casino di Atlantic City avevano raggiunto i 335,4 milioni di dollari, mentre a settembre 2010 la raccolta si è fermata a 296,3 milioni.

La crisi del mercato del gambling colpisce anche Atlantic City, 3.9 out of 5 based on 14 ratings