La crisi delle sale da gioco colpisce i casino della Costa Azzurra

0
2

Si è parlato in altre occasioni delle difficoltà economiche che i casino di Las Vegas, ed Atlantic City stanno ultimamente attraversando, in realtà la situazione non si presenta in modo migliore nemmeno sulla Costa Azzurra, dove fino a pochi anni fa si concentravano in soli 80 km, oltre una dozzina di eleganti casino, che insieme alle altre attrazioni del posto, rappresentavano un perfetto mix di intrattenimento turismo e passione per il gambling.

Pochi giorni addietro infatti il Tribunale di Commercio di Nizza ha iniziato ad occuparsi della liquidazione giudiziaria del casino di Beaulieu che contava 40 dipendenti, la sala da gioco stava attraversando un periodo di crisi da diversi anni ed aveva già creato un buco di circa 9 milioni di euro. Insieme al casino di Beaulieu, anche il piccolo casino di Grasse, è finito sotto la gestione speciale, con un piano di rilancio in attesa dell’approvazione del Tribunale di Commercio.

Andare a ricercare le cause di un simile crollo degli incassi per le sale da gioco francesi non è così complicato; ha infatti influito senza ombra di dubbio il successo del gioco d’azzardo online, che con l’aumentare dell’offerta di casino su internet, ha portato via dalle sale dal vivo molti scommettitori, ma più del gambling online ha inciso pesantemente l’istituzione del divieto di fumo; proprio per aggirare questo problema infatti, il casino di Mentone ha investito 700 mila euro proprio per la creazione di una terrazza all’aperto destinata ad ospitare i fumatori, riuscendo a salvare la situazione.

La crisi delle sale da gioco colpisce i casino della Costa Azzurra, 3.9 out of 5 based on 11 ratings