La Florida si muove verso l’apertura al mercato del poker online

0
0

Negli Stati Uniti il gioco d’azzardo ha percorso un tragitto diverso rispetto a quello al quale si è potuto assistere ad esempio in Europa, e dopo l’UIGEA, che poneva dei severi limiti per impedire il gioco d’azzardo online, nonchè la lotta al poker online, ecco qualche bella notizia arrivare dalla Florida.

La Florida è infatti il secondo stato degli Stati Uniti, nel quale è stata fatta una proposta per la legalizzazione del mercato del poker online; dopo il New Jersey dunque, un altro degli stati americani sta muovendo i primi passi nella direzione che tutti gli amanti del poker d?oltre oceano hanno sempre sperato.

Secondo il disegno di legge, potrebbero essere aperte 21 poker room, in attesa che il sistema internet sia pronto ad accogliere i portali di poker online provvisti delle regolari concessioni, i quali una volta ottenute le licenze, raggrupperanno le giocate in una rete centrale per il gioco del poker, interamente gestita e controllata da operatori scelti dallo stato per mezzo di un apposito bando di gara.

La licenza, agli operatori di poker online nello stato della Florida, coster? 500.000 è all’atto dell’ottenimento della stessa, denaro che andr? alla Florida?s Division of Paris-Mutuel Wagering of the Department of Business and Professional Regulation, e negli anni successivi, altri 1.000 è all’anno per il rinnovo.

La Florida si muove verso l'apertura al mercato del poker online, 4.5 out of 5 based on 11 ratings