La Norvegia segue le orme dell’UIGEA contro il parere dell’EFTA

0
1

In questi giorni è stata pubblicata la notizia che il governo norvegese sta considerando di introdurre delle restrizioni simili a quelle adottate dagli Stati Uniti con l’UIGEA nel 2006, il parlamento ha infatti approvato il disegno di legge volto a proteggere il mercato interno del gambling online, introducendo le nuove restrizioni entro la fine del mese di Agosto.

L?Autorità di Sorveglianza della European Free Trade Association, ha reso noto alla Norvegia che simili misure andrebbero in aperto contrasto con le leggi del libero scambio nel mercato interno tra le nazioni che hanno aderito all’EFTA, come oltre alla Norvegia, l’Islanda, il Lichtenstein e la Svizzera; pertanto, se il governo proceder? con il piano protezionista, nonostante i servizi di gambling online siano espressamente inclusi tra quelli facenti parte del ?free trade deal’, allora verranno prese delle contromisure da parte della corte dell’EFTA.

Il governo norvegese ha fatto presente che la proposta di legge è volta a proteggere gli utenti, e non gli interessi delle compagnie nazionali che offrono servizi di gioco online, ma Clive Hawkswood, CEO della Remote Gambling Association ha replicato dicendo: ?le autorità norvegesi appaiono più interessate a salvaguardare alcuni interessi economici che la sicurezza dei giocatori, ma questo non è un motivo valido per restringere il mercato.?

La nuova legge una volta applicata, proibirebbe tutte le transazioni di denaro da e per compagnie di gambling online, ad eccezione di quelle provviste di licenza norvegese, quindi Norsk e Riksoto; naturalmente le compagnie hanno espresso la propria disapprovazione, ma anche la Norvegian Finacial Services Association e la Norwegian Saving Banks Association, hanno dimostrato una certa esitazione riguardo a questa proposta di legge, la paura è che una restrizione così severa, simile all’UIGEA, possa causare confusione sia all’interno che all’esterno del mercato norvegese.

Comunque le imminenti elezioni del 15 Settembre potrebbero influire sulla messa in atto del progetto di restrizione del mercato alle sole compagnie nazionali, ed un eventuale cambio di governo potrebbe cambiare le cose completamente.

La Norvegia segue le orme dell'UIGEA contro il parere dell'EFTA, 3.7 out of 5 based on 10 ratings