La Romania e la Repubblica di Moldova verso il gioco online

0
3

Il mercato del gioco online sembra essere al centro delle attenzioni per i Paesi dell’est Europa, come la Romania e la Repubblica di Moldova, dove i rispettivi governi stanno prendendo in considerazione la possibilità di modificare le proprie leggi in materia di gioco d’azzardo e gambling online.

In Romania il Ministro della Finanza, Bogdan Dragoi, ha detto a Mediafax che il gioco online potrebbe essere regolamentato ed autorizzato per attrarre grosse somme di denaro per il budget statale; le basi per queste considerazioni provengono in parte da alcuni dati raccolti, secondo i quali i Romeni spenderebbero circa 500 milioni di euro l’anno su siti di gambling stranieri, sebbene questo mercato al momento non sia ne legalizzato, ne proibito, l’unica cosa certa è che alle compagnie romene è vietato operare.

Nella Repubblica di Moldova invece, il governo sta gettando le basi, in collaborazione con l’Unione Europea, per la legalizzazione del mercato del gioco online; il progetto è partito dal Ministro dell’Economia, che è stato supportato dal Dr. Michael Hettich e dal Dr. Wulf Hambach dello studio legale Hambach & Hambach in Germania.

Il nuovo progetto di legge intende rimpiazzare la maggior parte delle norme che attualmente regolamentano il mercato del gambling nella Repubblica di Moldova, dove per ora la situazione è poco chiara, ed ha portato più volte a intoppi burocratici e problemi legali.

La Romania e la Repubblica di Moldova verso il gioco online, 4.4 out of 5 based on 20 ratings