La storia del poker nel libro “Cowboys Full” di James McManus

0
1

U po? tutti i giocatori di poker sanno che l’attuale presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, ama giocare a poker di tanto in tanto, ma non sono in molti a sapere ad esempio che durante il suo servizio nell’esercito, nella Seconda Guerra Mondiale, il presidente Richard Nixon, ha guadagnato a poker così tanto da utilizzare poi quei soldi per la sua prima corsa agli uffici della casa bianca. Di questo aneddoto e di molti altri ancora, si parla nel recente libro di James McManus, che ha effettuato una ricerca approfondita sulla storia del poker, per poi pubblicare il ?Cowboys Full: The Story of Poker?.

L’opera ha attratto i pareri positivi della critica, che l’ha definita la storia definitiva del poker, opera nella quale Mc Manus traccia il percorso del gioco dalle sue origini che affondano le radici in quel di Orleans nel diciannovesimo secolo, fino al fenomeno globale che è diventato oggi, dove grosse somme di denaro cambiano proprietario con estrema facilità, sia nei tornei online che in quelli live in tutto il mondo.

?il mio scopo è quello di dimostrare in che modo la storia del poker ci aiuta a capire chi siamo?, ha affermato l’autore, aggiungendo che questo ?gioco di carte nazionale? incorpora le caratteristiche tipiche dell’Americano, e nel libro viene evidenziata questa affinit? con la cultura del popolo ed il legame storico che lo riconduce ad importanti avvenimenti, dalla Guerra Civile alla Guerra Fredda.

La storia del poker nel libro "Cowboys Full" di James McManus, 3.8 out of 5 based on 15 ratings