La strategia del poker conquista sale dell’universit? e studenti

0
1

La storia del poker degli ultimi quarant?anni ci ha mostrato un gioco in continua crescita, che dalla nicchia di pochi appassionati si è spostato verso una progressiva affermazione in tutti gli ambienti della società, e mentre in un primo tempo era visto come un gioco d’azzardo per gente non tanto raccomandabile, come se i giocatori di poker fossero sempre e soltanto assidui frequentatori di bische clandestine o fanatici delle scommesse, in seguito al successo della trasmissione televisiva del WSOP del 1973, il poker è stato in un certo senso sdoganato, ed i risultati del processo cominciato in quegli anni si vedono in modo più che mai palpabile oggi.

Recentemente la strategia del poker è stata introdotta come materia di studio nelle facolt? di business e giurisprudenza in modo particolare negli atenei statunitensi, d’altra parte non è difficile rendersi conto che nelle competizioni di poker per professionisti, i vincitori sono quasi sempre tra i giocatori migliori, a dimostrazione del fatto che la strategia applicata in questo gioco di carte, fa la differenza, ed è degna di uno sguardo più attento.

L?arrivo del poker nelle sale universitarie ha un importante significato, infatti i primi ad apprezzarne la strategia sono stati i docenti di economia e commercio, che hanno notato la vicinanza tra le tattiche adottate nel poker, e le strategie di mercato, la relazione indissolubile tra rischio e guadagno, ancora più evidente se si pensa al calcolo delle pot/odds, per mezzo del quale il giocatore di poker valuta se valga la pena rischiare sia in base alla ricchezza del piatto che in base all’ammontare di fiches da scommettere, in relazione al numero di possibilità di successo. Ma anche nel campo della giustizia sembra che il poker e la sua strategia abbiano un ruolo non trascurabile, riuscendo in alcuni casi a dare una risposta per la soluzione di conflitti giuridici.

Fin qui le ragioni per cui il poker ha incontrato gli studenti universitari, ed ecco invece quali sono state le reazioni. Gli studenti hanno da subito accolto lo studio delle strategie del poker in modo molto positivo, dimostrando un interesse reale, e trovando in seguito nel poker il passatempo ideale, sia per stare insieme agli amici, sia giocando online nel tempo libero. Inoltre le caratteristiche del poker non hanno tardato a far intuire agli studenti la possibilità di arrotondare le entrate settimanali, il poker online si è presto dimostrato un buon modo per mettere su qualche spicciolo, e non semplicemente tentando la fortuna, ma applicando proprio quelle strategie che rendono il poker così diverso dai giochi d’azzardo più comuni.

I sondaggi effettuati hanno dato credito all’idea del poker come ?passatempo conveniente? per gli studenti, infatti è risultato che tra il 20% ed il 30% degli studenti di facolt?, si serve del poker per mantenersi, o quanto meno per avere uneentrata in più che gli permette di affrontare serenamente le varie spese; inoltre giocare a poker online non porta via troppo tempo ed è possibile farlo in modo perfettamente conciliabile con gli orari dell’universit

La strategia del poker conquista sale dell'universit? e studenti, 4.1 out of 5 based on 14 ratings