Le slot machines in Italia, un mercato da 30 miliardi di euro

0
2

Esiste una società chiamata Betplus, che era precedentemente conosciuta con il nome di Atlantis World, che controlla in Italia il 30% del mercato delle slot machines, con un trend decisamente positivo, nei primi 6 mesi del 2010 ha fatturato oltre 15 miliardi di euro, e si presume che entro la fine dell’anno il fatturato abbia raggiunto e superato i 30 miliardi.

Quello che non è altrettanto noto, a proposito della Betplus, è chi sia la persona fisica che vi si trova dietro; la società che ha sede alle Antille sembrerebbe fare capo a tale Francesco Corallo, un incensurato per la verità, ma con parentele piuttosto compromettenti, questi è infatti il figlio di Gaetano Corallo, condannato a sette anni e mezzo per associazione a delinquere, proprio per affari sporchi nel settore dei giochi.

Adesso risulta naturale chiedersi chi sia esattamente Francesco Corallo, visto che la sua società ha un fatturato così alto da superare quello della stessa FIAT, e soprattutto considerato che lo Stato italiano ha rinnovato fino al 2011 la concessione alla Atlantis, mentre sono ancora in corso delle indagini che riguardano la famiglia Corallo.

Quando all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato è stato chiesto quale fosse la situazione della società Atlantis World, e chi sia la persona fisica che la controlla, il direttore dei giochi dell’AAMS, Antonio Tagliaferri ha detto di aver interessato direttamente la Prefettura di Roma per sapere se la suddetta società sia in regola con i requisiti della legislazione antimafia, ricevendo risposta affermativa, ma di non sapere chi sia a controllare effettivamente la società.

Le slot machines in Italia, un mercato da 30 miliardi di euro, 4.6 out of 5 based on 18 ratings