Negreanu si vede sfuggire il quinto braccialetto del WSOP

0
1

Questa settimana, all’Omaha high-low da 10.000$ di buy-in dell’evento 18 del WSOP, Daniel Negreanu, il trentaquattrenne campione di poker di origini canadesi ma residente a Las Vegas, ha quasi rubato la scena a Daniel Alaei, il quale sebbene abbia vinto il premio in denaro come vincitore, ed il rispetto del suo avversario, non ha ricevuto allo stesso modo le simpatie del pubblico che erano praticamente tutte rivolte verso Negreanu il quale ha mancato il suo quinto braccialetto per la seconda volta quest’anno.

Di certo non è mancata la voglia di provare, infatti Negreanu in questa quarantesima edizione del WSOP ha impiegato diverse ore per giocare in quattro tornei, riuscendo ad ottenere due tavoli finali ed altri due premi in denaro per un totale di 310.022$, ma nessuna vittoria e quindi nessun braccialetto da aggiungere alla sua collezione che attualmente ammonta a quattro unit?. Nonostante la sua brillante carriera che mostra ben 25 primi posti in tornei maggiori, 118 vincite di denaro e l’incredibile cifra di 11 milioni di dollari vinti, il quinto braccialetto continua a sfuggirgli.

In questa occasione Negreanu è finito quarto dopo tre giorni di split-pot poker contro molti dei migliori giocatori del mondo tra cui Alex Kravchenko, Doyle Brunson, Mike ?The Mouth? Matusow, Berry Greenstein, Annie Duke e Chau Giang. Ma il tavolo finale vedeva chip leader Scott Clements con 1.445.000, poi John Connette a 940.000, Ben Boyd a 855.000, quindi Daniel Negreanu a 635.000, Daniel Alaei a 540.000, Greg Jameison a 355.000, Annie Duke a 225.000, Tom Koral a 220.000 e Yuegi Zhu, il più corto di tutti a 170.000.

Una volta che Negreanu è stato buttato fuori e si è visto costretto ad accettare malvolentieri la quarta posizione, anche Ben Boyd lo ha presto seguito lasciando così spazio all’heads up tra David Alaei e Scott Clements, ma il gioco ha preso subito una piega in netto favore di Alaei il quale partendo da chip leader incrementava ancora il suo vantaggio e continuava a dominare il gioco, fino a battere il suo avversario e portarsi via il suo secondo braccialetto del WSOP insieme ad un premio in denaro di 445.898$. Invece come secondo classificato, Clements ha ottenuto una ricompensa da 275.946$, che sarà per lui solo una magra consolazione per aver perso questa occasione di vincere il prestigioso braccialetto dell’evento di poker più importante.

E per quel che riguarda Negreanu, il WSOP è ancora lungo e le opportunità per raggiungere il suo quinto braccialetto gli si presenteranno ancora, in ogni evento a cui partecipa sta riuscendo a giocare alla grande dimostrando sempre di essere uno dei migliori pokeristi al mondo.