Nel 2010 lo stato incassa 2miliardi e mezzo con il superenalotto

0
1

Ora che il jackpot del superenalotto è finalmente stato assegnato, le giocate sono immediatamente diminuite, ma nonostante questo la raccolta complessiva che il concorso a premi più popolare d’Italia ha realizzato nel corso del 2010 ha raggiunto cifre decisamente alte.

Dall’inizio dell’anno infatti il superenalotto ha incassato ben 94? al secondo, 5.689? al minuto, 341mila euro all’ora, 8,19 milioni di euro al giorno, per una raccolta complessiva che si aggira intorno ai 2,5 miliardi di euro, 2,1 dei quali raccolti dopo la realizzazione del 6 che ha premiato contemporaneamente due giocatori, uno di Parma e l’altro di Pistoia, ed entro la fine dell’anno si ipotizza che la raccolta totale potrebbe raggiungere i 2,8 miliardi di euro.

Per capire l’importanza che il Superenalotto assume per gli incassi dell’erario, basti pensare che quasi il 50% della raccolta finisce dritta nelle casse dello stato, mentre nel montepremi convoglia il 38% delle giocate effettuate, ai ricevitori spetta l’8% soltanto, mentre il 4% va a Sisal.

Il mese più positivo per il Superenalotto è stato quello di ottobre con una raccolta di 384 milioni di euro, ma già dal mese di luglio era iniziato ad aumentare considerevolmente l’interesse dei giocatori, e la raccolta per questo mese estivo ha raggiunto i 211 milioni di euro, ad agosto è stata raggiunta quota 269 milioni, a settembre 346,5 milioni fino al record del mese di ottobre che ha poi visto assegnare un montepremi record del valore di 178 milioni di euro.

Nel 2010 lo stato incassa 2miliardi e mezzo con il superenalotto, 4.4 out of 5 based on 16 ratings