New slot truccate per una frode da 35 milioni ai danni dello stato

0
0

E’ di questi giorni la notizia della scoperta di numerose slot machines truccate, ad opera dei militari della Guardia di Finanza di Siena, i quali hanno rilevato diversi tipi di frode, dall’alterazione delle percentuali di pagamento delle macchinette, al mancato collegamento alla rete AAMS, alla clonazione delle schede di gioco, inoltre alcune New slot venivano segnalate come mal funzionanti pur non essendolo, e posizionate poi in locali diversi da quelli previsti.

La Guardia di Finanza ha tenuto d’occhio gli esercizi per diversi mesi, ed è stato possibile quantificare in circa 35 milioni di euro, il profitto ricavato attraverso i vari tipi di operazioni illecite, per un totale di circa 50 milioni di euro giocati, ed un numero impressionante di slot truccate che sarebbero oltre 1.000.

L’operazione della guardia di finanza ha portato all’arresto di 14 persone, ed alla denuncia di altre 21, accusate di truffa ai danni dello stato, gioco d’azzardo, evasione fiscale, frode informatica, peculato; numerose slot machines sono state ovviamente sequestrate, insieme a titoli finanziari per diversi milioni di dollari, denaro contante, titoli e beni immobiliari, ma anche droga ed opere d’arte.

La maxi truffa delle new slot ai danni dello stato ha avuto come scenario soprattutto il centro nord, con perquisizioni avvenute in Campania, Lazio, Toscana, Liguria, Lombardia, Veneto, e Valle d’Aosta; i soggetti a capo delle società coinvolte nella truffa risiedevano quasi tutti in Toscana.

New slot truccate per una frode da 35 milioni ai danni dello stato, 4.1 out of 5 based on 18 ratings