No ai Totem per giocare online da locali pubblici quali negozi o bar

0
5

Abbiamo assistito ultimamente alla comparsa in vari esercizi commerciali quali bar, o negozi dei cosiddetti Totem, che rendono possibile il gioco online e la raccolta di scommesse a distanza, ma sembra proprio che questo tipo di attività da parte degli esercenti, sia illecita, e classificabile come intermediazione, pertanto secondo la normativa comunitaria del 2008, sanzionabile anche con la reclusione dai 6 mesi ai 3 anni.

A proposito della questione dei Totem, è intervenuto il sottosegretario all’Economia, Daniele Molgora, che ha risposto per iscritto ad una interrogazione posta dall’onorevole del Pd Alberto Fluvi, ed ha affermato che l’utilizzo dei Totem per la raccolta delle scommesse è disciplinata e possibile solo per quanto riguarda le scommesse a quota fissa, ed esclusivamente all’interno di concessionari di giochi.

Inoltre il sottosegretario Molgora ha fatto il punto sulla situazione del gioco online, ed ha sottolineato che nel corso del 2008 sono stati impediti dall’AAMS oltre un miliardo e mezzo di accessi a siti di gioco d’azzardo ritenuti illegali, senza contare che si è provveduto alla chiusura di circa 1.700 siti dotati di suffisso ?.com?.

In seguito alla risposta di Malgora, Fluvi ha concluso dicendosi soddisfatto dell’operato del governo, e di auspicare in rapidi provvedimenti che di fatto eliminino queste apparecchiature illegali da negozi e locali pubblici vari, che darebbero la possibilità agli utenti di accedere non solo agli skill-games non regolamentati.

No ai Totem per giocare online da locali pubblici quali negozi o bar, 4.4 out of 5 based on 12 ratings