No alla legalizzazione dei casino online dallo stato della California

0
1

In altre occasioni si è ampiamente parlato dell’impatto dell’UIGEA (Unlawful Internet Gambling Enforcement Act), sull’andamento del mercato del gioco online, e naturalmente il veto posto agli istituti di credito in merito alle transazioni da e per i siti di gioco, ha fortemente penalizzato un settore che poteva decollare e godere di ottima salute anche negli USA.

Il governo americano ad ogni modo, ha delegato ai singoli stati la decisione di aprire le porte al gambling online o meno, e proprio in questi giorni è stato possibile conoscere la posizione dello stato della California, che ha palesato l’assoluta contrariet? al mercato dei giochi, nonostante sembra che siano oltre un milione i californiani che giocano abitualmente nei casino online stranieri.

Coloro che sostenevano la necessità di legalizzare il mercato dei giochi online, sottolineavano la possibilità di ottenere introiti fiscali per oltre due miliardi di dollari da una parte, ed al contempo rendendo illegali i casino online stranieri operanti sul territorio degli Stati Uniti, ma la proposta di legge è stata accantonata in attesa di essere analizzata con maggiore attenzione.

Intanto le trib? indiane hanno ottenuto la concessione per gestire dei casino, in virt? dell’espansione, da parte dei coloni americani, nelle terre un tempo appartenenti a loro, e sarebbero contrari quindi all’apertura dei casino online, perchè questi potrebbero compromettere l’andamento dei loro affari, causando anche la perdita di posti di lavoro.

No alla legalizzazione dei casino online dallo stato della California, 4.4 out of 5 based on 16 ratings