Non potranno chiamarsi casino le altre sale da gioco italiane

0
0

Nessun casino aams in Italia, almeno per il momento, pare infatti che l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato abbia ribadito il divieto di utilizzare la denominazione di casino, proibendo così a tutte le sale da gioco come bingo room che ospitano giochi di carte, o di slot, ed altre sale ove si esercitano attività che comprendono giochi a premi, di promuoversi come casino.

La motivazione che aams ha dato segue un filo logico abbastanza chiaro, nella circolare che ha inviato a tutti i concessionari, agli Uffici Regionali, e per conoscenza anche a Federgioco stessa, precisa che l’uso di insegne e denominazioni commerciali “casino” è vietato perchè in contrasto con l’oggetto delle convenzioni di concessione ed al tempo stesso con la tutela della fede pubblica.

Se le sale da gioco in Italia utilizzassero la denominazione di casino, farebbero della pubblicità ingannevole, spiegano dall’aams, perché a tutti gli effetti le attività di gioco che si svolgono in questi esercizi non sono, e non possono essere date le leggi attualmente in vigore, come quelle di un vero e proprio casino.

Nei casi in cui alcune sale da gioco dovessero contravvenire a tali disposizioni, sarà obbligo degli uffici competenti constatare l’irregolarità e notificare al rappresentante concessionario l’avvenuta effrazione, provvedendo poi a far rimuovere tempestivamente l’eventuale insegna riportante la denominazione “casinò”, entro il tempo limite di 10 giorni, trascorsi i quali, in caso di inottemperanza scatterà la comunicazione alla Direzione Generale perché vengano adottati dei provvedimenti sanzionari.

 

Non potranno chiamarsi casino le altre sale da gioco italiane, 4.6 out of 5 based on 15 ratings