Nuove tasse sulle vincite per videolottery e gratta e vinci

0
0

La crisi economica si fa sentire, e lo stato non sa più dove andare a mettere le mani per sanare i conti pubblici, così l’ultima grande trovata sembra essere quella che è stata presto definita la nuova tassa sulla fortuna, che andrebbe a vessare i giocatori che riescono effettivamente a realizzare delle vincite al gioco.

In pratica, secondo quelle che per il momento non sono altro che indiscrezioni, presto tutte le vincite superiori a 500€, realizzate a superenalotto, gratta e vinci, e videolotteries, saranno tassate al 6%, per cui una vincita di 500€ comporterà il pagamento, da parte del fortunato giocatore, di circa 30€, che andranno a finire dritti, dritti nelle casse dello stato.

Non si tratta però dell’unico provvedimento in cantiere, perché sembra che presto verranno anche lanciati dei nuovi giochi di slot machine da bar, con payout differenti da quelle delle slot attualmente in commercio, che permetterebbero vincite fino a 200€, mentre ora la vincita massima è ancora di 100€, ma con una percentuale di pagamento ridotta dell’1%, che scende dal 75% al 74%.

La percentuale di pagamento di un gioco corrisponde alla somma di denaro che viene restituita sotto forma di vincita, per ogni 100€ scommessi, per cui una payout del 75% garantisce che mediamente, per ogni 100€ giocati, 75€ vengono restituiti in vincite, e tornano nelle tasche dei giocatori.

La pressione fiscale su tutti gli operatori nel mercato del gambling varierà nel corso dei prossimi anni, infatti se ora si tratta del 12%, tra il 2013 ed il 2014, si arriverà al 12,7%, per raggiungere poi al 13% nel 2015, continuando a salire di una data percentuale ogni anno.

Nuove tasse sulle vincite per videolottery e gratta e vinci, 4.4 out of 5 based on 16 ratings