Nuove trattative della PPA per salvare dall’UIGEA il poker online

0
0

Con l’avvicinarsi della data del primo giugno, in occasione della quale dovrebbe entrare in vigore l’implementazione dell’UIGEA (Unlawful Internet Gambling Enforcement Act), la Poker Player Allinace sta cercando delle inusuali alleanze, per escludere il poker online dal raggio d’azione della legge contro il gaming negli USA.

Questa settimana infatti, il direttore esecutivo della PPA, John Pappas, ha detto al Poker Daily News che la sua organizzazione ha avvicinato il senatore Jon Kyl dell’Arizona per ricevere appoggio, e sta lavorando su una petizione per far s? che i giochi peer-to-peer siano esclusi dalle leggi dell’UIGEA.

Pappas non si aspetterebbe che il senatore Kyl cancelli la legge, ma che si limiti ad esentare il poker online e le corse dei cavalli, dalle disposizioni dell’UIGEA. Questa mossa però, non può non preoccupare tutti coloro che sperano nel successo della strategia del Congressman Barney Frank, i quali temono che sia dovuta alle poche probabilità di successo del tentativo di legalizzare il gioco d’azzardo online negli USA.

Ad ogni modo, a proposito dell’impatto dell’implementazione dell’UIGEA sul mercato del gioco online negli USA, John Pappas ha espresso il parere che la legge non avrà un grosso effetto sulle abitudini di gioco della stragrande maggioranza degli utenti, i quali potranno probabilmente continuare a scommettere online, e gli operatori non avranno particolari difficoltà ad offrire i propri servizi di gioco.

Nuove trattative della PPA per salvare dall'UIGEA il poker online, 4.6 out of 5 based on 10 ratings