Operatori scettici sull’apertura del mercato francese ai casino online

0
1

L?apertura del mercato francese ai casino online, non sembra soddisfare appieno le aspettative di tutti gli operatori del settore; tutt’altro che fiduciosa nelle potenzialit? di questo mercato si è dichiarata Betfair, una delle più importanti compagnie di gambling online, il cui amministratore delegato Mark Davis ha anticipato che non verrà richiesta alcuna licenza se le condizioni resteranno quelle attuali.

Il modo in cui il mercato francese verrebbe disciplinato, non permetterebbe, secondo Davis, alcun ritorno economico degli investimenti, per la durata di almeno cinque anni; parere molto simile anche da parte di Clive Hawkswood, presidente della Remote Gambling Association, il quale prevede un numero piuttosto ristretto di operatori che richiederanno la licenza.

Alcune delle società più importanti che operano nel settore del gambling online, preferiscono invece aspettare, ma non escludono la possibilità di entrare nel mercato francese in un secondo momento; niente fretta quindi per William Hill e Ladbrokes, che preferiscono prendersela comoda e stare a guardare per un po?, valutando anche la possibilità di stringere eventualmente, delle joint venture, in base a come la situazione evolver?.

Sono minori invece le restrizioni che riguardano il poker online, che in Francia riceverà un trattamento più permissivo, non abbastanza però per PartyGaming, che per ora preferisce restare fuori dal mercato francese, senza escludere comunque la possibilità di entrarvi successivamente, visto che lo stesso sembra potersi rivelare un interessante sbocco per il business to business.

Operatori scettici sull'apertura del mercato francese ai casino online, 4.3 out of 5 based on 18 ratings