Quale strategia attuare nel corso di una partita a Omaha

0
2

Tanto per dare le prime direttive bisogna tenere ben in mente che nel Poker Omaha la mano iniziale è di estrema importanza e che i bluff quasi non esistono così come i grossi rilanci; fra le mani migliori ci sono A-A-K-K come anche 8-9-10-J ma quest’ultima è sicuramente una mano molto forte ma anche estremamente difficile da realizzare.

Bisogna innanzitutto essere selettivi riguardo le mani iniziali, evitando di scommettere su combinazioni perdenti; inoltre nel gioco Omaha bisogna far s? che una moltitudine di mani calino, il calo e la svolta sono ritenuti i round più rilevanti dove la scelta dovrebbe essere presa con attenzione. Nel caso si colpisca un cambio di carte sul calo bisogna assicurarsi di possedere più di 12 uscite con cambio di carte centrale per continuare.

Attenzione! Le mani che sopravvivono per tutta la corsa ma che si riveleranno perdenti sono quelle con piccole coppie e mani con carte basse in una fila (es. 3-4-5-6) e carte basse abbinate.

Nel Poker Omaha è essenziale saper prendere la giusta decisione nell’ alzare o solo chiamare con forti mani di apertura prima del calo, in ogni caso la strategia più conveniente sarà quella di mischiare le azioni; alzare di tanto in tanto con mani più deboli e chiamare con mani forti per diventare imprevedibili.

Quale strategia attuare nel corso di una partita a Omaha, 4.3 out of 5 based on 19 ratings