Saranno in tutto una sessantina i nuovi casino in Italia

0
1

Non appare ancora del tutto chiaro il progetto di legge del ministro Brambilla, che prevede la riapertura di 40 nuovi casino sul territorio italiano; infatti secondo quanto spiegato dal ministro, le sale da gioco verrebbero situate solo ed esclusivamente all’interno di strutture ricettive a cinque stelle, e potrebbero dotarsi soltanto di alcuni giochi da tavolo, come il black jack, la roulette, il baccarat e la sua variante dello chemin de fer, mentre non sarà lasciato ancora alcuno spazio ad altri giochi noti come ad esempio il craps ed il sic bo.

La legge prevedrebbe anche la riapertura di vecchie sale da gioco un tempo operanti in Italia, che porterebbe il numero totale dei casino a circa 55, 60, numeri completamente diversi da quelli fatti ad ottobre che parlavano di una decina, massimo 15 nuovi casino.

Nel testo di legge, tutti i dettagli che riguardano l’amministrazione delle sale da gioco, le quali saranno gestite da società per azioni, con un capitale azionario di maggioranza appartenente al comune di residenza, l’amministrazione della società potrà essere affidata a soggetti concessionari attraverso gare di appalto, e le concessioni avranno durata massima di nove anni con uneunica possibilità di rinnovo; allo stato spetterà una quota tra il 30 ed il 40%, e buona parte della tassazione finirà nelle casse dei comuni.

Ma resta da domandarsi come si definirà la situazione dei casino italiani esistenti, i quali stando a quanto stabilito dal disegno di legge, dovrebbero dotarsi di alberghi a cinque stelle per poter operare, entro e non oltre 360 giorni dall’entrata in vigore della nuova legge, in più dovrebbero avere l’obbligo di ridurre l’offerta dei giochi ai soli quattro consentiti.

Saranno in tutto una sessantina i nuovi casino in Italia, 4.3 out of 5 based on 10 ratings