Scandalo al Casino di Sanremo, i dipendenti rubavano le chips

0
1

Il periodo nero per il Casino di Sanremo sembra non finire mai, anzi, sembra che nel momento più difficile, la situazione tenda a complicarsi ulteriormente, ed a metterci del loro, questa volta sono i membri stessi dello staff del casino, per l’esattezza 5 croupier ed un controllore comunale.

L’accusa è davvero grave, si tratta di furto in concorso, i 6 infatti, Luigi D’Armi, Emiliano Cappello, Andrea Baracchini, Giuseppe Caruso, Stefano Covatta e Giuseppe Ricca, erano tutti complici; i croupier sottraevano dai tavoli di roulette un numero indefinito di chips, mettendole in un contenitore non autorizzato, ed il controllore naturalmente lasciava fare.

Il gruppo di dipendenti del casino è stato poi smascherato dal responsabile della sicurezza, Roberto Negro, che ha scoperto quello che stava succedendo attraverso la visione dei filmati delle telecamere a circuito chiuso della sorveglianza. In base a quanto si è avuto modo di verificare, i 6 dipendenti agivano probabilmente favorendo alcuni giocatori, ma non ci sono ancora prove sufficienti a dimostrare questa tesi con assoluta certezza.

La polizia è intervenuta arrestando i colpevoli del furto, alcuni dei quali sono stati raggiunti dalle forze dell’ordine mentre erano ancora all’interno del Casino di Sanremo, altri sono stati invece trovati presso le proprie rispettive abitazioni.

Di certo uno scandalo di questo tipo non era proprio ciò di cui il Casino di Sanremo aveva bisogno in questo momento, viste le difficoltà dalle quali cerca ormai da tempo di risollevarsi, con un calo delle visite che continua ad aumentare di mese in mese, nonostante gli svariati tentativi fatti dall’amministrazione del casino, che le sta provando un po’ tutte.

Scandalo al Casino di Sanremo, i dipendenti rubavano le chips, 4.2 out of 5 based on 18 ratings