Scoperta a Detroit una lotteria clandestina che operativa da decenni

0
2

Il successo di concorsi a premi come il Superenalotto o il Win for Life in Italia, di Euromillions, Powerball, e dei gratta e vinci in generale, dimostra quanto sia attivo e redditizio il mercato del gioco, e lo avevano capito perfettamente i due coniugi che in questi giorni sono stati accusati di aver gestito una lotteria clandestina.

E’ successo a Detroit, dove i coniugi Daniels, lui Herbert ormai deceduto da un mese circa, avevano gestito per decine di anni, una lotteria clandestina, con l’aiuto del figlio di 48 anni che è stato anch?egli messo in stato di fermo dalla polizia.

Per far funzionare la loro lotteria si erano appoggiati ad una fitta rete di bar, tabaccherie, ristoranti ed addirittura case private, dove venivano accettate le estrazioni delle lotterie di vari stati e le vincite assegnate erano molto più vantaggiose di quelle delle lotterie con tutte le carte in regola, d’altra parte non corrispondendo allo stato alcun rake, potevano garantire vincite di fino a 2.500 dollari con una puntata di appena 50 centesimi.

Nel 2007 la polizia ha scoperto il giro di denaro intorno a questa lotteria fatta a casa per pura coincidenza, in realtà si aspettavano, nel fare irruzione in casa Daniels, di smascherare un traffico di sostanze stupefacenti, invece gli agenti si sono ritrovati con oltre 26mila dollari tra le mani; per la signora Daniels ora ultrasettantenne, e per il figlio sono scattate le manette, ed il 3 novembre avrà inizio il loro processo.

Scoperta a Detroit una lotteria clandestina che operativa da decenni, 4.5 out of 5 based on 13 ratings