Stenta a riprendersi il mercato del gaming nello stato del Nevada

0
0

In seguito alla pubblicazione dei dati riguardanti l’andamento economico del mese di Marzo, da parte del Nevada Gaming Control Board, l’iniziale ottimismo legato al mese di febbraio 2010, si è andato rapidamente spegnendo, con l’evidenza di un declino negli incassi del settore dei giochi d’azzardo.

Fatta eccezione per una crescita economica lungo la Strip, la più celebre strada di Las Vegas sulla quale sorgono i più importanti complessi alberghieri e casinò, che ha visto un aumento degli incassi del 2,4% soprattutto per merito della presenza di grandi scommettitori, le entrate dello stato del Nevada nel settore del gaming, sono in calo dell’1%, e senza l’azione dei grandi scommettitori avrebbero subito un calo del 3%.

Frank Strashley, portavoce del Nevada Gaming Control Board, ha espresso comunque un velato ottimismo: ?questo è un buon inizio. Siamo ancora nella stessa situazione in cui eravamo qualche anno fa, ma l’anno è iniziato meglio.?.

I casino del Nevada hanno subito un calo dello 0,66%, portando le entrate del mese di Marzo 2010 a 912,2 milioni di dollari, contro i 918,2 milioni dello stesso mese dell’anno precedente; le entrate nel settore gaming di Clark County sono scese nel mese di marzo dello 0,89%, mentre Laughlin ha visto un aumento della raccolta del 2,47% dopo ben 27 mesi consecutivi di entrate in discesa.

Stenta a riprendersi il mercato del gaming nello stato del Nevada, 4.6 out of 5 based on 16 ratings