Tra i casino italiani, parte male il Casinò di Venezia, in calo del 14%

0
7

I casino italiani non se la passano tutti allo stesso modo, alcuni, come ad esempio il Casino di Saint Vincent, hanno appena chiuso con un bimestre complessivamente più che positivo, altri invece, come in questo caso il Casino di Venezia, si sono ritrovati con un inizio anno piuttosto difficile, visto il considerevole calo della raccolta.

Il Casinò di Venezia ha chiuso il mese di febbraio con una diminuzione degli incassi di ben 14 punti percentuale, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso; questo significa che la casa da gioco veneta non è ancora riuscita a superare quel periodo di crisi che in un modo o nell’altro aveva coinvolto tutti i casino italiani.

Il dato del calo della raccolta può essere esteso all’intero bimestre, infatti se si prende in considerazione anche il mese di gennaio 2011, la riduzione degli incassi si attesta comunque intorno ai 9 punti percentuale rispetto allo stesso periodo del 2010.

Secondo i vertici dell’azienda, questi risultati così negativi sono la prova che il modello di business del casino di Venezia, è troppo obsoleto e necessita di quei cambiamenti di cui in altre occasioni si è ampiamente parlato. In base a quanto osservato dai vertici aziendali, è necessario lavorare sull’offerta di gioco, e riorganizzare il lavoro, entro il termine del primo trimestre, altrimenti anche solo un eventuale ritardo dei termini di realizzazione degli obiettivi del piano, potrebbe portare a conseguenze piuttosto gravi per la società stessa.

Tra i casino italiani, parte male il Casinò di Venezia, in calo del 14%, 4.2 out of 5 based on 18 ratings